giovedì 3 febbraio 2011

Google AdWords sta diventando impossibile da usare!

Se conosci e usi abitualmente Google AdWords per promuovere i tuoi prodotti o servizi, molto probabilmente ti sarai accorto anche tu che, col nuovo regolamento, le restrizioni stanno diventando davvero un problema piuttosto grosso.


Devo dire che, per le mie campagne pubblicitarie, ne ho sempre fatto largo uso, ma adesso iniziare a sfruttare fonti alternative è diventato quasi un obbligo perchè Google AdWords, con la politica di voler migliorare la qualità degli annunci e delle pagine di destinazione degli stessi, sta creando a tutti coloro che fanno Web Marketing dei problemi veramente notevoli. 


In sostanza cosa avrebbe fatto il Signor AdWords?


Con la nuova politica del "migliorare" ha fatto (come si dice dalle mie parti), di tutta l'erba un fascio!


Premetto che sono d'accordo con l'idea di migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità delle pagine che si trovano in giro sul web; ormai tutti, con poche righe e un box raccolta dati s'intendono di lavorare e questo non è assolutamente ne bello ne corretto, ma, allo stesso tempo, sono stati penalizzati anche tanti Marketer che lavorano seriamente e con passione.


Come avrai certamente capito, parlo con cognizione di causa, visto che anch'io ne sono stato vittima proprio in questi giorni pur conoscendo tale regolamento :(


Se vuoi leggerlo lo trovi qui "Norme relative alla qualità della pagina di destinazione e del sito"


La mia pagina incriminata è una pagina che parla di come fare Web Marketing e aumentare i propri profitti anche con Twitter, che puoi vedere qui: "Twitter Profitto Svelato".

Quindi secondo il regolamento essa rientra in questa categoria che ti invito a leggere: "Ingenti guadagni in poco tempo"

Il fatto è che io non promuovo "Siti web che promettono guadagni esagerati con sforzi e/o rischi minimi (ad esempio, la possibilità di guadagnare € 10.000 alla settimana tramite marketing via email, da casa, lavorando solo due ore)", come recita tale norma, ma ben altro!!

Comunque questa pagina è stata classificata, con giudizio abbastanza sommario da parte di Google AdWords, appartenente a tale categoria e quindi è stato disattivato il mio Account nonostante uno scambio di email dove ho più volte precisato i miei intenti e la mia posizione a riguardo.

Non solo, come avrai notato dal regolamento, le restrizioni si spingono verso molti altri "modelli", fra cui:

  • Siti che promettono dichiarazioni fuorvianti, non precise e non verificabili.
  • Siti affiliati, che non abbiano contenuti originali o che vengono utilizzati per portare traffico ad un altro sito.
  • Siti che hanno lo scopo esclusivo di raccogliere dati, (vedi le squeeze page).
  • Siti che offrono materiale gratuito in cambio sempre dei propri dati privati.
  • Siti creati con il solo e preciso scopo di pubblicare annunci.
  • Ecc ecc ecc....


Da ora in poi quindi ci sarà da fare parecchia attenzione a promuoversi con Google AdWords, ma la cosa peggiore è che lavorare bene non basterà più perchè, tutto quello che farai, sarà sottoposto a questa sorta di giudizio arbitrario da parte di Adwords e se questo darà sicuramente non pochi problemi a noi che lo usiamo, a lungo andare penso che non porti un gran giovamento nemmeno a loro! 

Sono fermamente convinto infatti che, in termini di entroiti, agendo in questo modo, BigG si renderà velocemente conto che avrà parecchio da perderci e qualcosa di tale regolamento verrà modificata presto....


Alla prossima, spero con notizie migliori :)

Paolo


7 commenti:

  1. Ciao Paolo

    io sto utilizzando AdWords da poco tempo ma già mi sono imbattuta in stranezze di cui non capisco il significato.

    quella più evidente è quella che mi è accaduta qualche giorno fa:

    in una campagna con varie keyword e vari gruppi di annunci, ho avuto un click concluso in conversione (iscrizione alla mailing list) per una specifica keyword.

    Mezz'ora dopo quella conversione ho dato un'occhiata alla situazione e mi sono trovata con la parola chiave utilizzata per il click, messa fuori gioco non so per quale motivo ... considera che per quella parola avevo un CTR del 9% (in quel giorno)

    Sono assurdità che non comprendo ...

    Ciao e a presto

    Barbara Massini

    RispondiElimina
  2. Ottimo Post Paolo. Come sempre aggiornato e professionale.

    In effetti le tue osservazioni sono esatte.

    Per evitare questo sto provando la strada della ibrido-page (così l' ho coniata) giusto per vedere se si riesce a fuorviare il "motore" :)

    Al momento la cosa va.

    In altre parole è una pagina che propone al suo interno solo 4 5 link a contenuti che possono essere: il collegamento al blog; la possibilità di accedere alla pagina di iscrizione alla newsletter (la squeeze page); il link che porta alla pagina di vendita (sales letter); la pagina che conduce ala raccolta di tutte le newsletter sin qui pubblicate.

    questo il mio esempio che sottopongo alla tua attenzione:

    http://www.testfioridibach.it/presentazione.html

    Un caro saluto. Matteo - MM3Communication

    RispondiElimina
  3. Ciao Barbara,

    si in effetti, come dicevo nel post, non è nuovo AdWords a questo genere di "stranezze".

    Pensa che io che lo utilizzo spessissimo, per le mie campagne e per quelle di vari clienti mi trovo spesso ad avere ad esempio delle keywords che da un giorno all'altro passano da un QS di 8 improvvisamente a 4!! Tutto questo così senza nessun motivo apparente!

    Oppure non è infrequente che mi venga fatto notare che l'offerta è troppo bassa per la prima pagina e nonostante ciò mi ritrovi l'annuncio spesso anche in Premium Position!

    I "misteri di AdWords" sono sicuramente curiosi da analizzare, peccato che al momento non ci sia nessuna soluzione apparente.....

    Grazie

    Ciao,
    Paolo

    RispondiElimina
  4. Ciao Matteo,

    ho appena visto la tua pagina-ibrida e devo dire che è veramente una bell'idea.

    Il fatto di uscire un pò da una landing page tradizionale, con scelta di azione UNICA, proponendo una scelta MULTIPLA è un sistema che a molti fa paura, perchè va un pò contro le "regole" della landing page tradizionale.

    Io però penso una cosa: oltre che dai motori di ricerca, questo tipo di pagina penso venga invece molto apprezzata anche dall'utente, perchè la scelta multipla, può si in minima parte confondere un pò, ma penso che il fatto stesso di POTER SCEGLIERE dia ancora più valore a ciò che si propone.....

    Grazie della segnalazione.

    Ciao,
    Paolo

    RispondiElimina
  5. In effetti Paolo.

    E' proprio così.
    Diciamo che le iscrizioni alla propria newsletter diminuiscono (e questo è inevitabile) ma diventano molto più qualitative.

    Ci si iscrive solo se si ravvede sintonia con il messaggio che viene proposto dalla ibrido-page.

    Sono poi in piena sintonia sia con Te che con Barbara.

    Gli stessi problemi di scadimento della qualità delle campagne adwords (dal giorno alla notte e senza motivazioni effettive) le sto io stesso constatando già da un pò ma ora ad un ritmo impressionante.

    ma contro il potere...

    A presto!

    matteo
    p.s. ben vengano modalità differenti per incrementare la visibilità online

    RispondiElimina
  6. Ciao Paolo,
    uso meno AdWords in questo periodo ma per parecchi mesi è stato il mio pane quotidiano.

    Secondo me non torneranno indietro per via degli introiti mancati. Sai perchè?
    Un Web Marketer in genere ha interesse a studiare argomenti come SEO, SEM, AdWords ecc..

    Google fa un sacco di soldi inviando ogni giorni centinaia di Vouchers ad attività commerciali tradizionali e spesso e volentieri questi entrano in 'business' mettendo i loro scadenti e costosi annunci su AdWords.

    Tempo qualche mese massimo e il titolare del negozio offline si è accorto che ha speso soldi per niente, quasi peggio dei volantini cartacei.

    E ogni giorno sono centinaia - almeno ipotizzo - coloro che buttano i propri soldi in AdWords facendosi fare campagne da Agenzie Web che a mio parere potrebbero tranquillamente andare a vendere panini.

    Peggio ancora quando Google chiama loro e gli propone di creare una campagna (a pagamento ovvio).

    Questo è il business di AdWords. Un Web Marketer appassionato prima o poi si imbatterà in una guida o studierà come fare annunci migliori e meno costosi.

    Questa è la mia opinione. Cosa ne pensi?

    RispondiElimina
  7. Ciao Sebastian,

    in effetti, ti posso confermare che ci sono parecchie aziende che buttano i propri soldi con campagne AdWords poco efficaci e molto dispendiose, sopratutto quando se le fanno da soli, d'altra parte è nell'interesse di Google di far spendere il più possibile.

    Riguardo alla serietà e alla competenza di alcune Web Agency anche li ci sarebbe qualcosa da dire...

    Quello che dici te è giusto, ma per come la vedo io, solo nel breve termine, perchè nel lungo invece trovo questa "politica" di Google molto controproducente; mi spiego meglio:

    E' vero Google è una società quotata in borsa, ha quasi il monopolio sulle pubblicità on line ecc ecc...e sicuramente se ne sbatte sul fatto che sia eticamente poco corretto spingere il più possibile le attività commerciali ad iscriversi e spendere i loro soldi senza fornire un reale supporto sul "come fare" per ottimizzare le promozioni.

    C'è una cosa che però non ci dobbiamo dimenticare; siamo ormai nell'era della comunicazione, le notizie corrono veloci, il passaparola è immediato e non mi pare che sia una buona pubblicità per loro stessi il fatto che promuoversi attraverso AdWords sia sempre più difficile e costoso.

    Sicuramente Google detiene ancora il monopolio, ma questo piano piano verrà incrinato da altri sistemi, verso i quali si sta già verificando una migrazione d'inserzionisti (vedi Facebook), dove è vero che si trova una peggiore qualità dei contatti, ma è anche vero che ci sono meno regole e il tutto è sicuramente meglio gestibile di quanto non sia AdWords.

    In conclusione, anche se non so come si evolverà in futuro la cosa, penso che l'aspetto social nel lungo termine(fattore che sta diventando sempre più rilevante), finisca col ritorcerglisi contro se non adottano misure adeguate.

    Paolo

    RispondiElimina

Raccomando di commentare con moderazione per venire approvati.