giovedì 27 settembre 2012

Google AdWords Vs Landing Pages: la battaglia continua!

Ebbene si, pare che non ci sia proprio pace nello scenario di continue limitazioni che Google AdWords applica alle nuove Landing Pages, rendendo sempre più difficile il compito di chi lavora per la maggior parte facendo Lead Generation.

C'è da dire che come suo solito Google (molto probabilmente facendolo non a caso ma con un preciso scopo), non è mai molto chiaro su cosa si possa fare e cosa no e questo purtroppo causa una notevole confusione fra tutti gli operatori del settore.

Tutto ciò è amplificato anche da sedicenti esperti che spuntano fuori come funghi ogni giorno dicendo la sua e proponendo le loro soluzioni al pari di pozioni miracolose, che non hanno però l' effetto tanto decantato.

Per esperienza personale ti dico subito che NON c'è una soluzione miracolosa e nemmeno una standard, in quanto le linee guida cambiano continuamente e quello che andava bene 1 anno o appena qualche mese fa adesso potrebbe non andare bene più.

Se ti occupi di web marketing sai bene che appena pochi mesi fa sulle tue landing per far si che esse venissero approvate bastava citare ad esempio l' informativa sulla Privacy, poi improvvisamente questo non bastava più e da allora ci vuole un casella da spuntare e un link di rimando ad una apposita pagina che spiega nel dettaglio tale informativa.

La politica di Google AdWords di rendere sempre più pertinenti i risultati delle ricerche dell' utente ha fatto si di dover creare delle landing pages sempre più chiare, pulite e con sufficienti informazioni che permettano al navigatore stesso di capire immediatamente chi sei, cosa proponi, se si possono fidare, ecc...

Da questo è nata l' esigenza di avere sulle tue pagine di atteraggio anche un menù con una barra di navigazione che mostri agli utenti tutto di te, cosa fai e dargli sostanzialmente un senso di sicurezza in più.

A questo punto specie se sei un consulente di web marketing, non ti dico niente di nuovo del problema che si ha quando una landing page contiene dei link che portano ad altre pagine o addirittura una barra di navigazione: esatto, un drastico calo delle conversioni!

Come se non bastasse la notizia dell' ultimo momento proveniente da quei simpaticoni di Google è che da adesso c'è una nuova restrizione: ovvero da oggi NON si può più offrire sulle pagine qualcosa di GRATUITO in cambio dell' indirizzo email!

Ora potresti obiettare dicendomi che tu hai delle landing dove offri omaggi digitali e guide gratuite perfettamente funzionanti, ti capisco benissimo perchè le ho tuttora attive anch'io ma, il semplice motivo è che questa nuova restrizione è appena all' inizio e ci vorrà del tempo prima di arrivare ad intercettare tutte le pagine non conformi a questo nuovo "regolamento", l' unica cosa certa è che prima o poi toccherà a te come a me.

Quindi come fare per arginare il problema delle conversioni che con questa novità continueranno ancora ad abbassarsi?

La soluzione studiata da Google ha, a mio avviso, qualcosa di assurdo! 

Si perchè pare che non si possano più dare OMAGGI ma SCONTI!

Questa è una soluzione abbastanza paradossale perchè in teoria io non posso dare niente gratis ma posso farti uno sconto del 99% sul prodotto o servizio!!

Questo dello sconto quindi oggi nel 2012 sembra l' unica soluzione "accettata" da Google AdWords per far approvare e rendere idonee le tue pagine. 

Sicuramente Google ha i suoi motivi per fare questo e se pensi al sistema adottato dai grossi inserzionisti lo capirai da te, resta di fatto che ad oggi creare landing page idonee ad essere approvate è sempre più una specie di scommessa, perchè quello che va bene oggi domani non potrebbe valere più.

Attendendo ulteriori sviluppi in tal senso, a questo punto l' unica cosa da fare è andare a modificare le nostre pagine prima che sia troppo tardi!

Paolo


Image: FreeDigitalPhotos.net



Nessun commento:

Posta un commento

Raccomando di commentare con moderazione per venire approvati.