venerdì 25 gennaio 2013

Facebook Graph Search: il nuovo motore di ricerca di Zuckerberg


Era già diverso tempo che la notizia circolava sul web, fino a quando, il 15 gennaio 2013, il Facebook Graph Search ha fatto finalmente il suo debutto ufficiale in USA (per il momento) in versione beta.

Non sono abituato a dare giudizi affrettati sulle continue innovazioni ed aggiornamenti del social network blu, se non prima di averne testato le funzionalità personalmente e anche in questo caso, visto che per ora l'utilizzo è riservato ai soli utenti USA, mi limiterò a fare alcune considerazioni generali in proposito.

Sicuramente il termine "motore di ricerca" fa pensare subito a Google ed infatti la prima associazione che viene spontanea è quella di un'ipotetica competizione fra il Facebook Graph Search e il motore di ricerca numero 1 al mondo.

Beh, questo è sicuramente il primo errore in cui NON dobbiamo cadere, perchè questi 2 metodi di ricerca hanno fini e sistemi estremamente DIVERSI!

Per farti capire meglio di cosa si tratta guarda questo video:



La prima differenza sostanziale è che il Graph Search è un motore INTERNO a Facebook stesso, che ti consente di trovare qualsiasi cosa che sia in qualche modo INERENTE a te, senza uscire però dall'ambito della piattaforma.


Quindi, che tu stia cercando persone, aziende, luoghi, foto, interessi, ecc...insomma qualsiasi cosa che può essere CONNESSA a te, potrai trovare subito informazioni molto precise e dettagliate a riguardo. 

Siccome un immagine vale più di mille parole, per farti capire meglio la logica di questo tipo di ricerca, facciamo un paio di esempi pratici oltre a quello in alto all'inizio di questo post, dove l'utente stava cercando "Foto scattate a New York dai miei amici".

Supponiamo che tu debba fare un viaggio a Londra e voglia sapere quali sono i "migliori ristoranti dove sono stati i tuoi amici":



Oppure vuoi sapere che tipo di "musica piace in particolare ai tuoi amici";



O ancora più nello specifico, "persone a cui piace il ciclismo nate nella tua città";



Insomma i metodi di ricerca sono innumerevoli e molto specifici come vedi e sono restituiti grazie alle azioni che ognuno di noi compie quotidianamente sul social network, connettendosi ad esempio ad una pagina cliccando "Mi Piace", oppure facendo la "Registrazione" in un luogo, ecc...

Questo nuovo motore e "metodo" di ricerca si preannuncia quindi molto potente perchè farà leva sull' importantissima riprova sociale che tanto influenza e continuerà ad influenzare sempre di più le scelte degli utenti.

Un tipo di ricerca quindi che non entrerà sicuramente in contrasto con Google e che potrà anzi convivere benissimo con l'ormai consolidato motore di Big G, perchè su Google le persone cercano si le informazioni più svariate; offerte, prodotti, servizi, approfondimenti di ogni genere, su Facebook Graph Search invece potrai sapere quello che i tuoi amici APPREZZANO e che quindi potrà essere sfruttato da te utente come metrica di valutazione, da parte dell'azienda un buon metodo per creare interesse e visibilità. 

Ovviamente questo metodo di ricerca e valutazione non deve essere inteso come ASSOLUTO, infatti non è detto che ad ognuno di noi debbano per forza piacere le stesse cose ed avere gli stessi gusti, ma ritengo questo sistema un interessante evoluzione e un altro importante passo per un social media marketing sempre più specifico, mirato e dalle immense potenzialità!

Paolo




venerdì 18 gennaio 2013

Ecco 5 Importanti Fattori di "Uman SEO" 2013


La settimana scorsa ti ho parlato della nuova tendenza del SEO 2013 e dei numerosi cambiamenti avvenuti nel tempo a riguardo, che hanno trasformato sempre di più l'ottimizzazione per i motori di ricerca in qualcosa di molto meno tecnico ed artificioso e sempre più reale ed umano, che io chiamo proprio per questo "Uman SEO".

Molti SEO con scuola strettamente tecnica hanno iniziato a preoccuparsi perchè, le tecniche usate fino ad oggi non funzionano più, o comunque hanno un impatto molto più marginale, alcuni loro siti hanno perso posizioni nel tempo, magari subendo anche pesanti penalizzazioni e c'è stato quindi bisogno di correre velocemente ai ripari.

Sicuramente in questi casi è sempre meglio prevenire che curare e quindi se imposti la tua strategia SEO nel modo corretto fin dall'inizio di tutti i tuoi progetti, eviterai di rimetterci le mani in un secondo tempo e di fare come i molti che in questo momento cercano di salvare il salvabile.

Quindi per evitare inutili perdite di tempo e risorse di ogni genere in trucchi e manipolazioni strane, ti suggerisco 5 importanti fattori verso i quali ti dovrai orientare da subito per un corretto "Uman SEO" 2013:

1) Qualità dei contenuti: questo è in assoluto il requisito principale attorno al quale si deve sviluppare tutta la tua strategia di web marketing on site. Tali contenuti devono essere prima di tutto originali e assolutamente NON duplicati, devono essere contenuti piuttosto consistenti, ma che forniscono valore reale all'utente. 

Al bando quindi fiumi di inutili parole messe li tanto per riempire, largo spazio invece anche alla multimedialità, che sia costituita da immagini, video, audio, ecc...ovviamente fatti come si deve, belli, gradevoli, pertinenti, intuitivi, che aiutino in sostanza a rafforzare il significato del tuo messaggio scritto. 

2) Link Building: anche in questo caso vige la regola generale del SEO 2013, ovvero: +Qualità -Quantità. Riassumendo molto genericamente il significato di questo fattore è un pò come dire che i tuoi link meglio che siano pochi ma buoni, se sono tanti e buoni ancora meglio, ma la cosa fondamentale è che l'ottenimento degli stessi avvenga nella maniera più naturale possibile, costantemente nel tempo, da siti di qualità e soprattutto siti a tema

L'avvento di Google Penguin ha sancito la fine quasi totale della compravendita di link, se il tuo sito quindi di colpo da un giorno all'altro ha un incremento sospetto di migliaia di link, stai sicuro che presto o tardi il Pinguino si accorgerà dell'artifizio e ti metterà alla gogna.

3) Social Network: usatissimi per cazzeggiare, un pò meno saputi usare correttamente, quando accade però, essi possono essere uno degli strumenti attualmente più potenti per la tua strategia di "Uman SEO", in quanto Google è sempre più recettivo alle opinioni degli utenti ed essi ti consentiranno di avere molta visibilità e crearti una vera reputazione on line, sia agli occhi del tuo pubblico di riferimento che a quelli del motore di ricerca. 

Attenzione però che qui ti potrebbe venire la malsana idea di iscriverti a tutti i social network in circolazione e creare profili che poi vengono lasciati li senza vita. 

Ecco, ricordati la regola citata sopra di meglio pochi ma buoni, analizza i vari canali social e dedicati a quelli che senti più affini al tuo modo di essere, crea interazione con il tuo pubblico, non creare profili che poi non aggiorni ma così solo per esserci, non è così che si costruisce una strategia di social media marketing, anzi in questo modo può essere solo controproducente!

4) Autorità: firma e metti la faccia in tutto ciò che fai! Quando crei un contenuto è importante far sapere ai motori ed agli utenti che l'autore se tu, quindi una persona reale che scrive, pubblica, crea contenuti ed è riconoscibile a tutti gli effetti sul web. 

Se hai un profilo Google Plus imposta l'Authorship Markup che ti aiuterà in questa operazione. 

5) Keyword: l'utilizzo corretto delle parole chiave sul tuo sito, blog o pagina web che sia, assume un'importanza sempre più rilevante in termini di "Uman SEO", perchè esattamente per come avviene nel link building, anche qui un uso eccessivo e artificiale delle tue parole chiave per forzare in qualche modo l'indicizzazione del tuo contenuto non sarà vista di buon occhio da Google. 

La scelta delle tue parole chiave da utilizzare da anchor text dovrà essere quindi molto accurata e diversificata, in modo tale da non far sorgere il dubbio al motore di ricerca che tu stia in qualche modo cercando di manipolare i risultati.


Questi sono solo alcuni aspetti importanti di "Uman SEO", ce ne sono tantissimi altri da analizzare e ovviamente c'è da seguire ancora una certa logica dal punto di vista tecnico, ma per il momento mi fermo qui, onde evitare di mettere troppa carne al fuoco e bombardarti di informazioni, queste regole sono un ottimo punto di partenza.

Paolo


FreeDigitalPhotos.net

venerdì 11 gennaio 2013

SEO 2013: sempre più "Uman"

Ciao a tutti, ben ritrovati e soprattutto buon anno a tutti i lettori di web marketing sartoriale!

Voglio inaugurare il 2013 con un post su un argomento di cui si fa un gran parlare in rete, soprattutto adesso ad inizio anno ed in considerazione degli innumerevoli cambiamenti avvenuti a riguardo in quello appena trascorso ed in quello ancora precedente: il SEO.

Come parecchi già sanno, oltre alla mia attività principale di consulente Google AdWords, mi occupo e sono da sempre appassionato anche di SEO e traffico web in genere ed oggi voglio fare una panoramica ed alcune considerazioni interessanti su cosa ci aspetta in proposito nell'appena arrivato 2013.

La precisazione da fare d'obbligo è che il SEO è un argomento talmente vasto e complesso che sarebbe molto riduttivo e alquanto impossibile parlarne in modo esaustivo in un semplice post, ma qui di seguito voglio darti un importante input per farti individuare subito la strada giusta da seguire e non perdere tempo in inutili scorciatoie e trucchetti, con i quali i SEO vecchia maniera scalavano agilmente i motori di ricerca in brevissimo tempo.

Se sei un SEO di vecchia data sai bene che fino a qualche anno fa il tuo lavoro era molto tecnico e mirava per la maggior parte a modificare artificialmente l'algoritmo dei motori di ricerca, spesso ricorrendo a tecniche Black Hat che oggi ti serviranno a ben poco

Lo scenario è iniziato a cambiare dopo l'avvento nel 2011 di Google Panda, che ha fatto una prima scrematura di siti, per proseguire poi nel 2012 con l'altro simpatico animaletto di bigG, Google Penguin, che ha continuato a mietere vittime, anche illustri (e a dir la verità spesso pure a sproposito), in giro per la rete.

Tutto ciò ha fatto si che il SEO oggi nel 2013 è diventato senza dubbio molto più difficile di quanto non fosse un paio di anni fa, con la logica conseguenza di vanificare gran parte dei trucchi e delle scorciatoie che tanti benefici avevano portato fino ad allora, o quanto meno riducendone drasticamente la loro efficacia.

Quindi chi vuole portare traffico web sui propri siti senza ricorrere al Pay Per Click come si dovrebbe muovere?

Per ottenere traffico web con il SEO nel 2013 la direzione verso la quale ci dobbiamo orientare è quella di un sistema molto più completo, armonioso e soprattutto umano, sia on site, che puntando molto sulle relazioni con il proprio pubblico di riferimento ed implementando comunque il più possibile (nel modo corretto) i vari fattori off site senza abusarne.

Ora non voglio dire che tutto quello che abbiamo fatto, imparato e messo in pratica fino ad oggi sia completamente inutile, dico solo che la tendenza ed il modo di fare SEO ad oggi e nei mesi a venire sarà molto diverso dal passato, ci sarà sempre più bisogno di formazione e competenze nuove, e i futuri SEO del 2013 dovranno essere dei veri e propri esperti, preparati non solo tecnicamente, ma anche dal punto di vista della comunicazione!

L'ho ripetuto spesso nei miei post, su internet si trova ormai di tutto e di più, le persone sono sempre più distratte e bombardate da vera spazzatura quotidianamente, c'è bisogno di un freno e di ricostruire per prima cosa delle relazioni umane solide e continuative, esattamente come avviene (o dovrebbe avvenire) nel mondo reale.

Di questo finalmente, oltre agli utenti, se ne sono accorti anche i motori di ricerca e nella loro politica di un miglioramento costante dell'esperienza dei visitatori, stanno affinando sempre di più i loro algoritmi in modo da non lasciare scampo a chi scalava posizioni su posizioni in modo totalmente non meritevole.

Ora potresti obiettare dicendomi che tu sei uno che ha sempre fatto le cose per bene e non è stato premiato da Google, è vero può succedere anche per cause indipendenti dalla tua volontà, ma sappi che oggi i risultati si vedono in un lasso di tempo molto più lungo di prima e se intraprendi la strada giusta fin dall'inizio i risultati prima o poi arriveranno!

Per il 2013 largo quindi allo "Uman SEO"

Paolo



FreeDigitalPhotos.net