venerdì 11 gennaio 2013

SEO 2013: sempre più "Uman"

Ciao a tutti, ben ritrovati e soprattutto buon anno a tutti i lettori di web marketing sartoriale!

Voglio inaugurare il 2013 con un post su un argomento di cui si fa un gran parlare in rete, soprattutto adesso ad inizio anno ed in considerazione degli innumerevoli cambiamenti avvenuti a riguardo in quello appena trascorso ed in quello ancora precedente: il SEO.

Come parecchi già sanno, oltre alla mia attività principale di consulente Google AdWords, mi occupo e sono da sempre appassionato anche di SEO e traffico web in genere ed oggi voglio fare una panoramica ed alcune considerazioni interessanti su cosa ci aspetta in proposito nell'appena arrivato 2013.

La precisazione da fare d'obbligo è che il SEO è un argomento talmente vasto e complesso che sarebbe molto riduttivo e alquanto impossibile parlarne in modo esaustivo in un semplice post, ma qui di seguito voglio darti un importante input per farti individuare subito la strada giusta da seguire e non perdere tempo in inutili scorciatoie e trucchetti, con i quali i SEO vecchia maniera scalavano agilmente i motori di ricerca in brevissimo tempo.

Se sei un SEO di vecchia data sai bene che fino a qualche anno fa il tuo lavoro era molto tecnico e mirava per la maggior parte a modificare artificialmente l'algoritmo dei motori di ricerca, spesso ricorrendo a tecniche Black Hat che oggi ti serviranno a ben poco

Lo scenario è iniziato a cambiare dopo l'avvento nel 2011 di Google Panda, che ha fatto una prima scrematura di siti, per proseguire poi nel 2012 con l'altro simpatico animaletto di bigG, Google Penguin, che ha continuato a mietere vittime, anche illustri (e a dir la verità spesso pure a sproposito), in giro per la rete.

Tutto ciò ha fatto si che il SEO oggi nel 2013 è diventato senza dubbio molto più difficile di quanto non fosse un paio di anni fa, con la logica conseguenza di vanificare gran parte dei trucchi e delle scorciatoie che tanti benefici avevano portato fino ad allora, o quanto meno riducendone drasticamente la loro efficacia.

Quindi chi vuole portare traffico web sui propri siti senza ricorrere al Pay Per Click come si dovrebbe muovere?

Per ottenere traffico web con il SEO nel 2013 la direzione verso la quale ci dobbiamo orientare è quella di un sistema molto più completo, armonioso e soprattutto umano, sia on site, che puntando molto sulle relazioni con il proprio pubblico di riferimento ed implementando comunque il più possibile (nel modo corretto) i vari fattori off site senza abusarne.

Ora non voglio dire che tutto quello che abbiamo fatto, imparato e messo in pratica fino ad oggi sia completamente inutile, dico solo che la tendenza ed il modo di fare SEO ad oggi e nei mesi a venire sarà molto diverso dal passato, ci sarà sempre più bisogno di formazione e competenze nuove, e i futuri SEO del 2013 dovranno essere dei veri e propri esperti, preparati non solo tecnicamente, ma anche dal punto di vista della comunicazione!

L'ho ripetuto spesso nei miei post, su internet si trova ormai di tutto e di più, le persone sono sempre più distratte e bombardate da vera spazzatura quotidianamente, c'è bisogno di un freno e di ricostruire per prima cosa delle relazioni umane solide e continuative, esattamente come avviene (o dovrebbe avvenire) nel mondo reale.

Di questo finalmente, oltre agli utenti, se ne sono accorti anche i motori di ricerca e nella loro politica di un miglioramento costante dell'esperienza dei visitatori, stanno affinando sempre di più i loro algoritmi in modo da non lasciare scampo a chi scalava posizioni su posizioni in modo totalmente non meritevole.

Ora potresti obiettare dicendomi che tu sei uno che ha sempre fatto le cose per bene e non è stato premiato da Google, è vero può succedere anche per cause indipendenti dalla tua volontà, ma sappi che oggi i risultati si vedono in un lasso di tempo molto più lungo di prima e se intraprendi la strada giusta fin dall'inizio i risultati prima o poi arriveranno!

Per il 2013 largo quindi allo "Uman SEO"

Paolo



FreeDigitalPhotos.net


6 commenti:

  1. Ciao Paolo,
    si effettivamente ora per vedere dei buoni risultati di SEO, è necessario aspettare almeno da 30 a 60 giorni, ma sei fai le cose per bene, e usi i giusti pulg-in, Google ti riconpenserà.

    Stefano
    http://optimizepress.it

    RispondiElimina
  2. Parole sante le tue Paolo.
    Leggendo da un bel pò di tempo il tuo blog credo tu rappresenti bene la necessità e la voglia di proporre e di proporsi in modo etico e tale da costruire relazioni anche imprenditoriali di grande serietà.
    Google ha bannato, anche a torto, numerosi account adwords, ma tutto si spiega con la "supermerce avariata" che veniva costantemente proposta agli utenti dai più svariati personaggi....parlo del mondo intero non solo dell'Italia.
    Molte persone diffidano ora ad esempio, ancor più di un tempo, dell'acquistare infoprodotti, memori di sonore passate fregature.
    In realtà credo che google abbia fatto bene a porsi degli obiettivi di serietà nella proposizione di pagine web e quant'altro e credo che, alla fine saranno premiate le persone serie, le imprese serie e le idee serie.
    un caro saluto a tutti.

    RispondiElimina
  3. Ciao Stefano,

    si sicuramente ormai è così, una giusta metodologia, strumenti adeguati ed un lavoro costante aiutano molto in tal senso, il problema vero è riuscire a farlo capire in particolar modo alle aziende, che quando ti affidano i lavori li vogliono sempre migliori ed in tempi sempre più ristretti, cosa che va subito in contrasto con questa nuova tendenza.

    Paolo

    RispondiElimina
  4. Ciao Roberto,

    ti ringrazio moltissimo per i complimenti che sono vera e propria linfa vitale e motivo di grande soddisfazione, sia dal punto di vista professionale che personale.

    Si è vero quello che dici e ci sarebbe da ragionare parecchio intorno all'argomento e a quanto successo specialmente in alcuni segmenti di mercato letteralmente infangati (prendo ad esempio il mio della consulenza) da sedicenti guru spuntati fuori così dal nulla.

    Credo che ci sia un gran bisogno di riacquistare soprattutto fiducia verso la rete intesa proprio come strumento a largo raggio e per far sì che ciò avvenga c'era bisogno di rifarsi da una parte ed iniziare una lunga operazione di pulizia a cui piano piano tutti dovranno sottostare.

    E' bene creare delle condizioni tali da non far più pensare al web come rimedio miracoloso e come veloce cura di tutti i mali, ma come punto di incontro per aziende, professionisti, ma soprattutto PERSONE VERE, reali, competenti, con le quali poter instaurare rapporti, sia di lavoro ma anche personali, produttivi e di lunga durata!

    Sarà un lungo percorso ma io sono molto fiducioso a riguardo :)

    Grazie ancora.

    Paolo

    RispondiElimina
  5. e se come su internet così accadrà nel mondo? Il nuovo trend è in marcia! tremate imbroglioni ahahah

    RispondiElimina
  6. Ahahahahhahaahahhah, speriamo di si Fra :D

    Paolo

    RispondiElimina

Raccomando di commentare con moderazione per venire approvati.